Alimentazione in menopausa

La menopausa è quella fase fisiologica della vita di una donna in cui vi è la cessazione delle mestruazioni. I cambiamenti ormonali che si verificano in questo periodo sono responsabili di alcuni disturbi come: osteoporosi, ipertensione, aumento ponderale, aumento del colesterolo, vampate di calore... La maggior parte di questi disturbi possono essere limitati seguendo un’alimentazione corretta e facendo quotidianamente attività fisica.basilico

La raccomandazione dietetica principale è quella di seguire una dieta ipolipidica povera di alimenti di origine animale e più ricca di vegetali. Importante anche il consumo di pesce almeno 3 volte alla settimana e di pane e pasta integrali in quanto le fibre limitano l’assorbimento di zuccheri e grassi.

Sembra che alimenti ricchi di fitoestrogeni siano in grado di ridurre i sintomi della menopausa. I fitoestrogeni sono molecole non steroidee, prodotte dal mondo vegetale, che si legano al recettore degli estrogeni, imitandone o modulandone l'azione. Tra le fonti alimentari ricordiamo la soia, i legumi, i semi di lino, le noci, le nocciole e, anche se in quantità minore, molti tipi di frutta, verdure e cereali integrali. La soia, i suoi derivati (farina, latte di soia, tofu) e il trifoglio rosso rappresentano le principali fonti di fitoestrogeni.